Il tessile e abbigliamento è uno dei settori economici portanti dell'Unione Europea, che vede la presenza di numerose e significative realtà industriali in quasi tutti i paesi dell'Unione. L'Europa centrale (Nord-Italia, Austria, Germania orientale, Slovenia, Slovacchia, Repubblica Ceca, Ungheria e Polonia) costituisce un'area densa di imprese tessili, sede anche di recenti processi di rilocalizzazione industriale.


È all'interno di questo scenario che è stato dato vita al Progetto ENTER - Expert Network on Textile Recycling, approvato nella seconda call del programma Interreg Central Europe, e che ha preso il via nel mese di luglio 2017.


Il progetto vede il Centro Tessile Cotoniero e Abbigliamento di Busto Arsizio capofila di un partenariato composto da centri di ricerca e associazioni di imprese/cluster del settore tessile, appartenenti a cinque paesi dell'Europa Centrale: Italia (Lombardia), Germania (Sassonia), Repubblica Ceca, Ungheria e Polonia, ed è incentrato sulla riduzione dei rifiuti e degli scarti per prevenire il consumo di risorse non-rinnovabili nell'industria tessile.


Partner italiano del Progetto è l'Unione degli Industriali della Provincia di Varese.


Obiettivo strategico è quello di creare un network tra gli attori dell'innovazione tessile nell'Europa centrale, in primis centri di ricerca specializzati, associazioni/cluster e imprese tessili, al fine di rafforzare la capacità innovativa del settore.


La cooperazione si propone di migliorare la gestione degli scarti/rifiuti industriali, promuovendo un approccio comune alla circular economy, mediante lo sviluppo dell'offerta di servizi innovativi comuni da parte dei centri di ricerca e delle associazioni coinvolte.


Per ulteriori informazioni è possibile contattare l'Area Ricerca, Innovazione e Qualità dell'Unione Industriali (Dott.ssa Luisa Minoli, tel. 0332 251000 - mail: economico@univa.va.it).