Prende il via in provincia di Varese il Pmi Day 2019. La giornata nazionale della piccola e media impresa, voluta ed organizzata in tutta Italia da Confindustria all’interno della settimana della Cultura d’Impresa, giunge quest’anno alla decima edizione, con numeri e presenze in costante crescita. “Dopo i 4.000 studenti e le 140 aziende dello scorso anno, siamo pronti ad accogliere nuovamente nei nostri stabilimenti i ragazzi di terza media, in procinto di scegliere a quale istituto superiore iscriversi. A dieci anni dall’avvio di questo progetto, tracciando un bilancio di quanto fatto finora e di quanto ancora si possa e si debba fare, mi viene in mente solamente un aggettivo: imponente. Imponente è il numero di ragazzi che hanno ‘invaso’ le aziende del territorio per avvicinarsi ai valori della cultura d’impresa. Imponente è la macchina organizzativa messa in piedi per realizzare un progetto come il Pmi Day, che per intere settimane mobilita decine e decine di persone. Importante l’entusiasmo che le aziende dimostrano per questa iniziativa”, commenta il Presidente della Piccola Industria dell’Unione degli Industriali della Provincia di Varese, Giancarlo Saporiti, nel corso della presentazione del Pmi Day 2019.

Dieci anni di Pmi Day in numeri

Anche nell’edizione numero dieci del Pmi Day varesino che, nel corso del tempo si è trasformato nel più consistente evento di orientamento allo studio del Varesotto, i numeri sono in aumento. Saranno, infatti, più di 4.300 gli studenti di 194 classi provenienti da 37 istituti che entreranno in quasi 150 aziende di tutti i settori, per un totale di oltre 170 visite. Il tutto durante quattro settimane di visite aziendali, organizzate dal 4 al 29 novembre. Risultato che conferma gli sforzi compiuti fin dalla nascita dell’iniziativa: dal 2010 ad oggi sono stati oltre 18.500 gli studenti coinvolti nel progetto. Numeri che danno un’idea dell’importanza, sempre maggiore, che il Pmi Day riscontra non solo per la compagine produttiva, ma specialmente per scuola, ragazzi e famiglie. Basti pensare che in provincia di Varese gli occupati nel sistema manifatturiero sono 126mila, il 33% del totale. Una percentuale superiore sia alla media lombarda (26%), sia a quella nazionale (20%). A ritagliarsi la quota più grande dell’impiego manifatturiero sono proprio le Pmi: le micro-imprese con al massimo 9 dipendenti danno lavoro al 21% degli addetti manifatturieri della provincia, quelle tra 10 e 49 dipendenti al 31.4%, quelle tra i 50 e i 250 al 28.3%. Come a dire che il futuro di 4 ragazzi su 5 sarà in una piccola e media impresa manifatturiera e a confermarlo sono proprio i dati sull’occupazione locale. “È proprio per questo motivo che riteniamo di grande importanza mostrare ai giovanissimi quello che fa un’azienda del Varesotto, chi ci lavora e quali sono le competenze necessarie per lavorare in un’impresa. Riteniamo che nella scelta del percorso di studi la conoscenza dell’economia del territorio sia un fattore imprescindibile, seppur fin troppo spesso sottovalutato da ragazzi e famiglie”, continua Saporiti.



La partnership con SMI

Il Comitato Education di Sistema Moda Italia (SMI), tra le più grandi organizzazioni mondiali di rappresentanza dell’industria del tessile e della moda, ha aderito alla giornata nazionale del Pmi Day, prevista per il 15 novembre. L’obiettivo è dare visibilità ai mestieri e alle professioni del settore: “Nei prossimi 3/4 anni nelle aziende della moda sono previste 50.000 assunzioni, a fronte di iscritti a corsi tecnici e professionali assolutamente insufficienti - spiega Roberto Grassi, Presidente dell’Unione Industriali varesina e Amministratore Delegato dell’Alfredo Grassi Spa, azienda tessile di Lonate Pozzolo attiva nel settore dell’abbigliamento tecnico e professionale -. Da qui la necessità di aprire le porte delle aziende agli studenti a ai loro docenti, per informarli di quanto importante ed attraente sia il settore del tessile-abbigliamento. Un comparto i cui ordinativi, nel terzo trimestre del 2019, sono in miglioramento e le cui previsioni, nel breve periodo, sono orientate alla crescita”.

Un’aula digitale

Anche per questa edizione del Pmi Day varesino i docenti delle scuole aderenti al progetto saranno affiancati da una sorta di aula virtuale. Creata sul sito dell’Unione Industriali, permette a studenti ed insegnanti di prepararsi al meglio per le visite aziendali. Obiettivo: spiegare cosa devono aspettarsi i ragazzi dai tour nell’industria, cosa faranno praticamente durante i tour e cos’è l’industria del Varesotto. Il tutto attraverso moduli didattici corredati da test di autovalutazione, filmati, pdf e molto altro ancora.

Il Pmi Day 2019 sarà anche occasione per la stampa di scoprire e raccontare, al fianco degli studenti, le imprese varesine. Sulla base del calendario e delle disponibilità delle aziende, i singoli giornalisti potranno partecipare alle visite aziendali comunicando la propria presenza all’ufficio stampa dell’Unione Industriali (chiara.mazzetti@univa.va.it o segreteria.comunicazione@univa.va.it).

Partner dell’iniziativa è Amca Elevatori.

Sarà possibile seguire le visite aziendali anche su Twitter e Instagram ed in generale su tutte le pagine social dell’Unione Industriali. Gli hashtag ufficiali del Pmi Day 2019 sono: #pmiday2019 #pmidayvarese.