L'Unione degli Industriali della Provincia di Varese, in collaborazione con Varesenews, organizza un incontro all'interno del festival del giornalismo digitale Glocalnews.

"Per comunicare l'azienda serve un giornalista?"
Questo il titolo dell'incontro che vuole essere un momento di confronto per giornalisti, comunicatori e addetti di settore, ma anche un'occasione di riflessione per le stesse imprese, soprattutto quelle più interessate all'utilizzo degli strumenti digitali e al linguaggio e alle tecniche del brand journalism per comunicare la propria azienda.

L'appuntamento è per

giovedì 16 novembre 2017, alle ore 17.00,

al Teatrino Santuccio di Varese (via Sacco, 10).


Comunicatori d’impresa, giornalisti e non, a confronto, dunque, per un focus sulle aziende, tra comunicazione del brand e marketing di prodotto. Sullo sfondo una domanda per tutte: per raccontare un prodotto o un servizio e per venderlo oggi, servono le competenze e il metodo di un giornalista? Il linguaggio dell'informazione rappresenta un valore aggiunto anche in ambiente digital, oppure no?

Proveranno a dare una risposta:
  • Marco Alfieri, responsabile media production Eni;
  • Laura Marchini, responsabile comunicazione Carlsberg Italia;
  • Davide Cionfrini, responsabile ufficio stampa Unione degli Industriali della Provincia di Varese.
Coordina Silvia Giovannini, giornalista di Varesefocus.

L'appuntamento è valido per i crediti formativi obbligatori dei giornalisti. Vai all'evento sul sito di Glocalnews.



Ma questo non sarà l'unico panel all'interno di Glocalnews organizzato in collaborazione con l'Unione Industriali. Un secondo incontro sarà quello intitolato: "Come si comunica dietro le quinte quando il prodotto non è un prodotto: comunicazione politica, istituzionale, no profit, associazionismo". Che si terrà venerdì 17 novembre, alle ore 11.00, sempre al Teatrino Santuccio di Varese (via Sacco, 10).

Dai portavoce politici agli addetti stampa in ambito pubblico o nell’associazionismo, spesso il giornalista opera in ambienti dove la comunicazione dietro le quinte è condizionata da elementi di grande delicatezza : basti pensare all’impatto della comunicazione sanitaria rispetto all’opinione pubblica. Ambiti in cui il professionista si assume spesso, complice il cambiamento derivato dal digitale, grandi responsabilità in autonomia, rispetto al passato, dovendo contemporaneamente mantenere costante il livello di attenzione su tutta la realtà di cui si occupa, dai dettagli alle strategie generali. Un confronto tra addetti stampa di ambiti diversi (politica, pubblica amministrazione, no profit, associazionismo) che racconteranno come si comunica un prodotto non prodotto oggi.

Interverranno:
  • Valentina Bolis, portavoce politica;
  • Paola Provenzano, responsabile comunicazione Cesvov;
  • Anna Botter, responsabile ufficio stampa Ats Insubria;
  • Simona Martino, Regione Lombardia;
  •  Davide Cionfrini, responsabile ufficio stampa Unione degli Industriali della Provincia di Varese.
Coordina Silvia Giovannini, giornalista Varesefocus

Anche in questo caso l'appuntamento è valido per i crediti formativi obbligatori dei giornalisti. Vai all'evento sul sito di Glocalnews.