Fornire indicazioni operative finalizzate a incrementare, negli ambienti di lavoro legati alle attività produttive e professionali che possono continuare ad operare, l’efficacia delle misure precauzionali di contenimento adottate per contrastare l’epidemia di Covid-19 (Coronavirus). Questo l’obiettivo del “Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro”, sottoscritto dalle parti sociali (tra cui Confindustria) su invito del Presidente del Consiglio dei Ministri e dei Ministri dell’Economia, del Lavoro, dello Sviluppo Economico e della Salute che hanno promosso l’incontro tra Associazioni Datoriali e Sindacati.
Di seguito il testo sottoscritto la mattina di sabato 14 marzo, nella versione ufficiale diffusa da Confindustria.


Scarica il Protocollo        
Scarica la nota illustrativa di Confindustria

Scarica il fac-simile "Protocollo aziendale"
Scarica il fac-simile "Trattamento dati personali"


Non appena disponibile verrà pubblicata on-line su questa pagina anche la versione con le firme delle parti sociali.
Per informazioni: contatta la struttura dell'Unione Industriali.

         

Di seguito la dichiarazione del Presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia:
"L'accordo raggiunto oggi - e va dato atto al Governo dell'immediatezza della convocazione e della soluzione nonché del grande senso di responsabilità degli attori sociali del Paese - ci permetterà in questa fase di emergenza di comprendere e considerare le fabbriche italiane al servizio del Paese a partire dalle filiere dell'agroalimentare e del farmaceutico per garantire a tutti noi i beni primari e tutelare ogni filiera della produzione. Dando attenzione prioritaria alla salute delle persone nei luoghi del lavoro ciò ci consentirà anche di superare questa fase delicata e prepararci alla ripresa economica appena ne usciremo. L’industria italiana, la nostra industria, le sue imprenditrici e i suoi imprenditori, le sue lavoratrici e i suoi lavoratori, in un momento così delicato per la salute e l’economia nazionale si mettono al servizio della comunità e garantiscono una soluzione rapida e condivisa affrontando con coraggio l’emergenza sanitaria senza spegnere il motore dell'economia nella consapevolezza che insieme potremo superare ogni difficoltà. In questo momento storico va un grazie a tutte le imprese e ai lavoratori per questo grande atto di responsabilità verso il Paese".