Un solo articolo composto da quattro commi per dire una cosa molto semplice: le misure restrittive ai contatti sociali, agli spostamenti e alle attività d’impresa (comprese quelle produttive), così come previste dagli ultimi Decreti del Governo vengono confermate fino alla data di lunedì 13 aprile. È questo il contenuto del nuovo Dpcm firmato dal Presidente del Consiglio per prorogare di altri 10 giorni le disposizioni di contrasto all’epidemia di Coronavirus-Covid19.
Nulla cambia, dunque, per le attività produttive e di servizi che devono rimanere ferme, a parte le eccezioni già previste (
e poi riviste con il Decreto del 25 marzo) dai precedenti provvedimenti.
In più c’è solo la sospensione degli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi sia pubblici, sia privati e delle sedute di allenamento degli atleti (siano essi professionisti o dilettanti), all’interno degli impianti sportivi di ogni tipo.

Scarica il nuovo Decreto
Per approfondire leggi anche:
Decreto #IoRestoaCasa: le risposte alle domande sui limiti anti-Coronavirus
Confindustria risponde alle imprese sul DPCM del 22/3
Il Decreto del 22 marzo che ha disposto la chiusura delle attività produttive
Nuova stretta alle attività produttive: ridotte le imprese che possono rimanere aperte
Emergenza Coronavirus, continuità produttiva: i fac-simili per le comunicazioni alla Prefettura

(Foto utilizzata con licenza con licenza CC-BY-NC-SA 3.0 IT)