Con il nuovo Dpcm firmato dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, entrato in vigore il 14 ottobre 2020, sono state inserite ulteriori misure di contenimento per prevenire la diffusione del Coronavirus. Misure che resteranno in vigore per 30 giorni.

Tra conferme e novità ecco alcuni punti salienti del provvedimento:

Obbligo di indossare la mascherina anche all’aperto

Su tutto il territorio nazionale è obbligatorio avere sempre con sé i dispositivi di protezione delle vie respiratorie. Non sono obbligati a indossare la mascherina i bambini di età inferiori a 6 anni e le persone con patologie o disabilità incompatibili con l’uso dei dispositivi di protezione e le persone che interagiscono con loro.

Quarantena

Se la persona è positiva asintomatica al Coronavirus, il periodo di isolamento, ridefinito dal Comitato tecnico scientifico dell’11 ottobre 2020, è stato abbreviato a 10 giorni.  Finito il periodo di quarantena sarà obbligatorio effettuare un tampone molecolare unico che dovrà risultare negativo.
Se la persona è positiva sintomatica al Coronavirus, il periodo di isolamento, ridefinito dal Comitato tecnico scientifico dell’11 ottobre 2020, è stato abbreviato a 10 giorni. Gli ultimi tre giorni del periodo di quarantena devono essere effettuati in completa assenza di sintomi legati al Covid-19. Al termine della quarantena è necessario effettuare un tampone molecolare unico che dovrà risultare negativo.

Distanza di sicurezza interpersonale

E’ obbligatorio mantenere la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro, fatte salve le eccezioni già previste e validate dal Comitato tecnico-scientifico Capo del Dipartimento della protezione civile.


Smart working

Il provvedimento incentiva lo smart working per ridurre non solo le occasioni di contatto ma anche gli spostamenti. Il “lavoro agile” in forma semplificata potrebbe essere applicato per tutta la durata dello stato di emergenza (attualmente prorogato al 31 gennaio 2021). L’esecutivo punta anche ad aumentare il ricorso al lavoro da remoto per la pubblica amministrazione.


Fiere e congressi

Nel rispetto dei protocolli validati dal Comitato tecnico scientifico e secondo le misure organizzative adeguate alle dimensioni e specifiche dei luoghi, è consentito effettuare fiere e congressi, mantenendo il distanziamento personale di almeno un metro.


Misure anti-Covid per lo svolgimento in sicurezza delle attività produttive industriali e commerciali


Sull'intero territorio nazionale tutte le attività produttive industriali e commerciali devono continuare a rispettare i contenuti del protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus COVID-19 negli ambienti di lavoro sottoscritto il 24 aprile 2020 fra il Governo e le Parti Sociali.


Per saperne di più:


Scarica il Dpcm del 13 ottobre 2020 dal Sito del Governo Scarica gli allegati del Dpcm Ministero della Salute: indicazioni per la durata ed il termine dell’isolamento e della quarantena Le principali novità di interesse per le imprese
Leggi anche:
"Covid-19: prorogato lo stato di emergenza fino al 31 gennaio 2021"