La call di Confindustria con il “Percorso Startup”, frutto della collaborazione con RetImpresa e Luiss, attraverso la partnership con LVenture Group e il suo acceleratore di startup Luiss EnLabs, e Digital Magics, incubatore certificato di startup innovative, entra sempre più nel vivo in vista di Connext 2021. Si tratta dell’incontro nazionale di partenariato industriale che si terrà il 2 e il 3 dicembre al centro congressi Mi.Co. di Milano, per cui Confindustria si occupa di selezionare e presentare 20 startup capaci di proporre progetti innovativi, sostenibili e scalabili nei settori strategici stabiliti da Connext.

Il Percorso è articolato in 4 call tematiche corrispondenti ai 4 driver di Connext: Fabbrica Intelligente, Le Città del futuro, Pianeta sostenibile e Persone, Scienze della vita, Progresso. Ogni Startup, operante in Italia e costituita in forma societaria da non più di quattro anni, può candidarsi esclusivamente a una delle 4 Call tematiche, accedendo a Registry tramite il button corrispondente al Driver di proprio interesse e pubblicando la propria business idea nel marketplace delle idee, presente in piattaforma, entro e non oltre le ore 12:00 del 20 settembre 2021. La selezione avverrà in due fasi. La prima sarà quella di valutazione delle candidature nelle singole Call tematiche e selezione da 40 a 80 Startup. Queste, in vista dell’evento a Milano, parteciperanno ai Driver Lab con gli esperti delle Associazioni del Sistema Confindustria, delle Grandi Imprese e degli altri stakeholder presenti a Connext. La seconda, invece, sarà la valutazione e selezione finale delle 20 Startup vincitrici del Percorso.

Le realtà vincitrici della call avranno diritto all’iscrizione gratuita al Marketplace sulla Piattaforma digitale fino a dicembre 2021, all’accesso all’evento di Milano come visitatori e ad uno stand personalizzato nell’area della manifestazione “Expo 3D” e la possibilità di organizzare incontri B2B, partecipare ai laboratori/eventi digitali ed effettuare speedpitch nell’evento di chiusura. Inoltre, attraverso l’iscrizione gratuita sulla piattaforma di open innovation con tecnologia blockchain RetImpresa Registry, tutte le startup candidate avranno l’occasione di implementare la visibilità della propria idea imprenditoriale e di attivare collaborazioni con altre imprese, PMI e startup, anche dopo la scadenza della Call, sia con quelle presenti fisicamente a Milano che con quelle che non lo saranno.
Infatti, dopo il successo dell’edizione 2019, che aveva registrato 7000 presenze e 2500 B2B, e l’edizione del 2020 annullata a causa della pandemia, Connext 2021 torna con una la nuova veste phygital. La grande Piazza Virtuale è già online con un sito dedicato da cui è possibile accedere a B2B, laboratori innovativi ed eventi tematici.

“I 4 driver scelti per questa nuova edizione di Connext coprono le aree dove si giocherà la competizione futura. Infatti, al centro del driver “Pianeta Sostenibile” sono state inserite la Resilienza e la Business Continuity, temi cari alla Piccola Industria – ha affermato Carlo Robiglio, Presidente Piccola Industria Confindustria –. Connext e la contaminazione che genera può rappresentare un volano importante per creare soluzioni a supporto della resilienza delle tante PMI che compongono il nostro sistema industriale, aumentandone la capacità di anticipare gli eventi e di riprendersi con rapidità, rafforzandone anche la competitività. Interventi che devono riguardare anche i territori e le comunità in cui le imprese operano. La finalità è la messa in sicurezza del Paese facilitandone la trasformazione in un sistema sostenibile e resiliente”.
Parole che ha confermato il Presidente Giovani Imprenditori di Confindustria, Riccardo Di Stefano: “Contaminazione e innovazione sono le parole chiave che contraddistinguono questa iniziativa che con i Giovani Imprenditori siamo felici di promuovere per favorire la crescita delle startup in ottica di open innovation. Nonostante il momento storico-economico complesso, al termine del 2° trimestre 2021 il numero di startup innovative iscritte alla sezione speciale del Registro delle Imprese supera le 13.500 unità; secondo il report del MISE, in aumento del +8,1% rispetto al trimestre precedente. Dobbiamo quindi considerare queste giovani imprese come un volano per la trasformazione innovativa e tecnologica italiana, e costruire per loro sempre maggiori occasioni di crescita e sviluppo”.

Ma perché bisognerebbe partecipare?
Oggi le startup hanno bisogno di fare rete, ricercare opportunità e creare connessioni con il mondo manifatturiero e dei servizi, per questo Percorso Startup è la strada giusta da percorrere – ha commentato Fabrizio Landi, Presidente di RetImpresa –. Anche attraverso l’utilizzo della nostra piattaforma di Open Innovation Registry le startup candidate potranno affacciarsi al mercato in un ecosistema digitale che valorizzi la loro capacità innovativa favorendo la collaborazione con PMI, grandi imprese e imprese estere”.

Un’iniziativa che non offre solo possibilità di crescita alle imprese, ma anche ai giovani studenti interessati al mondo aziendale: “La strategia di Open Innovation dell’Ateneo, promosso da Confindustria, è fortemente caratterizzata da iniziative e progetti sul mondo delle start-up e del digitale – ha concluso Massimo Angelini, Direttore External Affairs, Corporate Communication & Partnership della Luiss –. Sono oltre 120, infatti, le imprese innovative accelerate dal 2013 da Luiss EnLabs e con la recente call nell’Education Technology, lanciata dall’Ateneo in partnership con LVenture Group, abbiamo raggiunto un grande numero di imprenditori digitali italiani e internazionali. E, ancora, penso a 42 Roma Luiss, la rivoluzionaria scuola di coding che forma fuoriclasse del digitale per contribuire alla trasformazione delle imprese e della PA. La call di Confindustria di “Percorso Startup” si inserisce dunque perfettamente nel nostro ecosistema, un hub che ha le condizioni ideali per trasformare i progetti in realtà imprenditoriali. È importante, dunque, per la nostra Università sostenerla attivamente”.

Per saperne di più

Leggi anche: "Confindustria seleziona 20 startup per Connext 2021"